L’amante

Adattamento esotico ed erotico del romanzo autobiografico di Marguerite Duras su una teenager che viene iniziata al sesso da un dandy cinese nell’Indocina del 1929. Al limite della noia, tuttavia sufficientemente non convenzionale e ben congegnato da soddisfare i meglio disposti. I personaggi secondari sono più interessanti dei due protagonisti (almeno da vestiti). Esiste una versione europea più sexy e non censurata.

Il mercante di pietre

Ludovico Vicedomini (Harvey Keitel) è un mercante di pietre preziose italiano, vissuto per alcuni anni in Medio Oriente e convertitosi all’Islam, fino all’ingresso in una cellula terroristica italiana di Al-Qaeda. Il suo scopo è realizzare un attentato di proporzioni devastanti nel cuore dell’Europa, sfruttando per i suoi piani una bella manager (Jane March), sposata con Alceo, un professore di storia del terrorismo che ha subito l’amputazione delle gambe in seguito all’attentato terroristico di Nairobi del 1998. Questa volta, però, il mercante di pietre si innamora della sua vittima.