La prima volta di Jennifer

Jennifer, complessata trentacinquenne, vive, ormai rassegnata a una grigia esistenza, assieme all’opprimente madre. Il casuale incontro con un ex compagno d’infanzia sembra portare una luce di speranza nella vita della donna. Ottimo esordio di Paul Newman dietro la macchina da presa con un dramma intimista tratto dal romanzo di Margaret Laurence. Straordinaria anche Joanne Woodward, sua moglie, in un ruolo intenso e complicato. Newman tornerà a dirigere la Woodward nel ’72 in
Gli effetti dei raggi Gamma sui fiori di Matilde
e nell’87 in
Lo zoo di vetro
.
(andrea tagliacozzo)

Andromeda

Dal romanzo di Michael Crichton. Gli abitanti di un villaggio del Nuovo Messico vengono sterminati da un misterioso morbo diffuso da un satellite spaziale che è precipitato sulla Terra. Quattro scienziati ricevono l’incarico di analizzare e distruggere il nuovo virus per impedire che si propaghi sull’intero pianeta. Un film piuttosto lento nel ritmo, ma a tratti interessante. In precedenza, il regista Robert Wise aveva già affrontato il genere fantascientifico con ottimi risultati (suoi
Ultimatum alla Terra
e lo splendido
Gli invasati
).
(andrea tagliacozzo)

Ragtime

Agli inizi del secolo, i destini di un’agiata famiglia bianca s’intrecciano con quelli di un pianista di colore. L’uomo, oltraggiato da un pompiere razzista, non riuscendo ad ottenere giustizia per vie legali, decide di organizzare una banda per risolvere la questione con la violenza. Dal romanzo di E.L. Doctorow, un film indubbiamente ben girato, visivamente ricco e spettacolare, ma non sempre all’altezza delle sue grandi ambizioni. Splendida la colonna sonora di Randy Newman. Il film segnò il momentaneo ritorno di Cagney al cinema dopo 20 anni di assenza dal set.
(andrea tagliacozzo)