Agente 007, Thunderball – Operazione tuono

La «Spectre», potente organizzazione criminale che ha ramificazioni in ogni parte del mondo, ricatta le Nazioni Unite minacciando di far esplodere due ordigni nucleari. L’agente 007 è l’uomo incaricato di impedire l’attuazione del diabolico piano. Qualche lungaggine di troppo, specie nel finale subacqueo, non intaccano più di tanto la quarta avventura di James Bond. Nel 1983 verrà realizzato un remake del film intitolato Mai dire mai, interpretato dallo stesso Connery. Oscar per gli effetti speciali. (andrea tagliacozzo)

Agente 007 – La spia che mi amava

Due sommergibili nucleari, uno russo e l’altro americano, spariscono improvvisamente. Il caso viene affidato all’agente 007 che, per l’occasione, si trova a collaborare con un’affascinante collega del KGB sovietico, Anya Armasova. Uno dei migliori film della serie, divertente e inventivo, con una splendida colonna sonora (candidata all’Oscar) di Marvin Hamlisch. Roger Moore, per la terza volta nel ruolo di James Bond, non fa assolutamente rimpiangere il pur bravo Sean Connery.
(andrea tagliacozzo)

Agente 007 al servizio segreto di Sua Maestà

Un miliardario offre a James Bond la mano della figlia. L’agente 007, pur essendo attratto dalla ragazza, è occupato a dare la caccia al fantomatico capo della Spectre, Blofeld, che servendosi di un’arma batteriologica vorrebbe dominare il mondo. Tentativo poco riuscito di sostituire Sean Connery, ormai stanco del personaggio, con l’australiano George Lazenby, privo del carisma del predecessore. Ma il film, dopo una prima parte un po’ lenta e fiacca, almeno sul piano spettacolare funziona.
(andrea tagliacozzo)

GoldenEye

Il debutto di Brosnan nei panni di 007 è un roboante action d’avventura nella miglior tradizione dei film di James Bond con acrobazie sbalorditive, donne sexy e intrighi internazionali. (E ci sono anche commenti politicamente corretti sul sessismo e/o anacronismo di Bond) Il nodo cruciale del soggetto riguarda un sabotaggio interno in territorio russo e i tentativi di Bond di scoprire chi c’è dietro e come fermarli prima che possano usare le armi rubate contro il mondo libero. La cantante nel nightclub russo è Minnie Driver. Nominato a due BAFTA Awards. Panavision.

Quantum of Solace

Tradito da Vesper, la donna che amava, James Bond cerca di di scoprire la verità sulla sua morte. Bond e M (Judi Dench) interrogano Mr. White (Jesper Christensen) che rivela come l’organizzazione che ricattava Vesper sia molto più complessa e pericolosa di quanto immaginassero. Il lavoro di intelligence collega un agente MI6 che ha tradito l’agenzia ad un conto bancario a Haiti dove, per uno scambio di persona, Bond conosce la bella Camille (Olga Kurylenko), una donna che ha una vendetta personale da portare a termine. Camille accompagna Bond da Dominic Greene (Mathieu Amalric), un uomo d’affari senza scrupoli, che è tra i membri principali della misteriosa organizzazione.

Agente 007 – Missione Goldfinger

Terza avventura della serie per James Bond, l’ultima che mantenga ancora una qualche aderenza ai romanzi di Fleming. Il criminale Goldfinger vuole rendere radioattivo tutto l’oro di Fort Knox, ma non ha fatto i conti con il celebre agente segreto. Uno dei migliori film della serie, divertente e ben girato, con uno Sean Connery ormai completamente a suo agio nel ruolo dell’agente 007. Ricco di suspense il finale ambientato a Fort Knox.
(andrea tagliacozzo)

A 007, dalla Russia con amore

In Turchia, James Bond deve recuperare un prezioso decifratore universale caduto nelle mani dei servizi segreti sovietici. L’apparecchio interessa anche alla Spectre, una pericolosa organizzazione criminale. Secondo film della serie, uno dei più avvincenti nonostante il ritmo non sia poi così elevato. Terence Young aveva già diretto il precedente episodio, Licenza di uccidere . (andrea tagliacozzo)