Il concerto

Andrei Filipov, grande direttore dell’orchestra Bolshoi, in epoca comunista viene licenziato per essersi rifiutato di allontanare i musicisti ebrei.
30 anni dopo, l’uomo lavora ancora al teatro ma come uomo delle pulizie.
Una sera, mentre mette in ordine l’ufficio del direttore, gli capita sotto mano un invito del Theatre du Chatelet di Parigi. Andrei ha un’idea folle: sostituirsi all’orchestra ufficiale richiamando tutti i vecchi compagni di concerto.