La chiesa

In Germania, nel Medio Evo, una giovane strega è torturata e sepolta ancora viva, assieme a un gruppo di poveri appestati, per mano di alcuni cavalieri. Sul macabro sepolcro viene costruita una chiesa dove, secoli dopo, si verificano strani fenomeni dei quali restano vittime un incauto bibliotecario e altri occasionali ospiti. Il regista Soavi si dimostra un buon allievo di Dario Argento, con tutti i pregi e i difetti dell’autore di
Suspiria
: inventivo sul piano visivo, il film si regge a stento in piedi sul versante puramente narrativo. (
andrea tagliacozzo
)

Cabal

Ogni notte il giovane Boone è perseguitato da ricorrenti incubi popolati da strani e orrendi esseri. Il ragazzo, in cura da uno psicanalista dall’aria alquanto ambigua che lo convince di essere un barbaro assassino, si reca in un cimitero abbandonato dove, secondo la leggenda, trovano rifugio i mostri. Un horror con pretese intellettualistiche che alterna parti interessanti ad altre noiose. Poco coinvolgente. David Cronenberg interpreta il ruolo dello psicanalista. (andrea tagliacozzo)