Acque del Sud

Dal romanzo
Avere non avere
di Ernest Hemingway. Nel 1940, nella Martinica, alcuni eroi della Resistenza francese si valgono dei preziosi servigi di un marinaio americano, proprietario di una imbarcazione a motore. L’uomo si ritrova a traghettare una coppia di patrioti, marito e moglie, incaricata di organizzare l’evasione di un loro compagno. La trama del film rammenta da vicino quella di Casablanca, con il quale regge degnamente il confronto, anche se l’approccio di Howard Hawks, alle prese con molti dei suoi temi ricorrenti (tra i quali l’amicizia virile), è decisamente più personale. La giovanissima Bacall, qui al suo debutto, nel 1945 diventerà la signora Bogart.
(andrea tagliacozzo)

I migliori anni della nostra vita

Un classico rimasto inalterato nonostante il passare del tempo, che racconta il ritorno a casa di tre reduci americani della seconda guerra mondiale. La sceneggiatura di Robert Sherwood, ispirata al romanzo di MacKinlay Kantor, cattura perfettamente gli umori degli Stati Uniti del periodo postbellico. Sette Oscar: miglior film, regia, sceneggiatura, attori (March e Russel), montaggio (Daniel Mandell) e colonna sonora (Hugo Friedhofer). Russel, che è davvero un reduce (ha perso una mano in guerra), è stato insignito anche di un premio speciale dall’Academy, per “aver dato coraggio e speranza a tutti i veterani”. Un remake per la tv nel 1975, Returning Home, con Tom Selleck e Dabney Coleman.

Chimere

Rick, orfano fin dalla più tenera età, cresce con la passione della musica jazz e diventa un ottimo suonatore di cornetta. Orgoglioso e sicuro di sé, il musicista trova difficoltà nel far accettare il suo modo di suonare e i suoi arrangiamenti tanto innovativi. Il film, ben diretto da Michael Curtiz, è ispirato alla travagliata vita di Bix Beiderbecke, interpretato da un intenso Kirk Douglas. La stessa vicenda ispirerà nel 1991 a Pupi Avati il suo
Bix.
(andrea tagliacozzo)