Gigi

Nella Parigi della fine dell’Ottocento, due anziane signore, ex donne di mondo, vorrebbero instradare la nipote Gigi verso il loro antico mestiere. Sfarzosa versione del racconto di Colette e della successiva realizzazione teatrale scritta da Anita Loos, il film fece prevedibilmente incetta di Oscar: ben nove, tra cui quelli per il miglior film, la migliore regia e la migliore colonna sonora. Leslie Caron, che già nel ’53 con
Lili
aveva visto l’Oscar finire nelle mani di Audrey Hepburn, rimase ancora una volta a bocca asciutta.
(andrea tagliacozzo)