Racconti romani

Appena uscito dal carcere, Alvaro propone agli amici Otello, Mario e Spartaco una serie di piccole truffe che, per una ragione o per l’altra, non riescono ad andare in porto. Scoperti dalla polizia mentre spacciano soldi falsi, i quattro finiscono al commissariato. Il film è ispirato ad alcuni racconti di Alberto Moravia, adattati per lo schermo da Sergio Amidei, Francesco Rosi, Age e Scarpelli. Il risultato, comunque, non si discosta poi molto dalle solite commedie all’italiana, anche se ci sono alcuni personaggi decisamente riusciti e il cast è davvero eccellente.
(andrea tagliacozzo)

Buongiorno, elefante!

Un insegnante elementare dal magro stipendio, sposato e con quattro figli, fa da cicerone in giro per Roma a un principe indiano. Tempo dopo, diventato sultano, l’indiano lo ricompensa con un grazioso elefantino che porta un gran scompiglio nella famiglia del maestro e in tutto il caseggiato. Una piacevole commedia, raccontata con i toni della favola. Nel 1940, Sabù era stato il protagonista di una celebre versione de
Il ladro di Bagdad.
(andrea tagliacozzo)