Z – L’orgia del potere

Oscar per il miglior film straniero e per il montaggio, basato su fatti realmente accaduti e incentrato sull’assassinio politico di Montand e sulle sue agghiaccianti conseguenze. Troppo parlato, apprezzabile più per la sua attualità che non per le qualità cinematografiche, ma comunque avvincente. Buona la recitazione.

Il diario di una cameriera

La parigina Celestina diventa la domestica della villa di campagna della ricca signora Monteil e dovrà sopportare lei, il padre vizioso, il marito erotomane e il giardiniere fascista. Remake di un film di Jean Renoir (1946), anche Bunuel adatta per lo schermo un romanzo di Ocatve Mirbeau, e per il suo primo e unico film in formato panoramico non fa sconti a nessuno: ricchi e poveri, giovani e vecchi, rivoluzionari e reazionari, tutti accomunati da perversioni, avidità e ambizioni.