Il grande Jake

Una banda di fuorilegge assalta la tenuta dei MacCandles e rapisce il piccolo Jacob. La nonna del bambino decide di ricorrere all’aiuto del marito Jake, dal quale si era separata quindici anni prima. Quinto ed ultimo film interpretato della coppia John Wayne-Maureen O’Hara (il primo, nel 1950, era stato
Rio Bravo
per la regia John Ford). Si tratta di una sorta di via di mezzo non troppo riuscita tra i classici interpretati dallo stesso Wayne diversi anni prima e il nuovo (all’epoca) western crepuscolare (stile
Butch Cassidy
).
(andrea tagliacozzo)

Contro tutte le bandiere

Verso la fine del Seicento, in un’isola del Madagascar, alcuni pirati proclamano una repubblica indipendente. Il governo inglese, preoccupato, decide di correre ai ripari. L’ufficiale britannico Brian Hanke si finge disertore e, infiltratosi tra le fila dei corsari, riesce a sabotare le difese del porto principale. Un film di cappa e spada piuttosto mediocre, ma vivacizzato dalla presenza di Errol Flynn, in una delle ultime apparizioni decenti nel genere avventuroso.
(andrea tagliacozzo)

Kociss l’eroe indiano

Il comandante di una guarnigione dislocata nel territorio degli Apache è riuscito a evitare ogni conflitto con gli indiani diventando amico del loro capo, Kociss. L’armonia viene turbata da un inviato del governo che vorrebbe trasferire i pellirossa in una riserva. Un western a dir poco convenzionale. Jeff Chandler aveva già interpretato la parte di Kociss ne
L’amante indiana
, un film di Delmer Daves del 1950.
(andrea tagliacozzo)