Airport

Primo di una serie di film costruiti con l’identica formula: un cast di vecchie glorie hollywoodiane unito a eventi particolarmente catastrofici e spettacolari. A bordo di un Boeing in volo verso Roma, un folle vuole fare saltare in aria l’aereo per permettere alla moglie di beneficiare della sua assicurazione sulla vita. Mentre il comandante cerca di disarmare l’uomo, l’isteria di un passeggero provoca l’esplosione della bomba. Divertente, ma datato.
(andrea tagliacozzo)

Si può entrare?

Il regista Jeff e l’attrice Lydia sono sposati da otto anni, ma, a causa dei pressanti impegni di lavoro, non hanno ancora avuto tempo di mettere al mondo dei figli. Gli angeli Carlo e Arturo vengono spediti sulla Terra sotto sembianze umane per permettere ai due coniugi di ampliare finalmente la loro famiglia. Un film gradevole e divertente, anche se nettamente inferiore ai grandi classici della commedia sofisticata degli anni Quaranta e Cinquanta.
(andrea tagliacozzo)

10 in amore

Jim Gannon, esperto capo cronista di un grande giornale, non perde occasione per ironizzare sui corsi universitari di giornalismo. Deciso a divertirsi alle spalle di una giovane insegnante, il giornalista comincia frequentare le lezioni della ragazza. Commediola non troppo originale, ma interpretata con sufficiente brio da Clark Gable e Doris Day. Singolare la grande differenza d’età tra i due: lui all’epoca aveva cinquantasei anni, mentre lei ne aveva ventitré in meno.
(andrea tagliacozzo)