Una scommessa impossibile

Quattro perdenti piccolo borghesi prendono in prestito 5000 dollari dallo strozzino locale per finanziare un affare sicuro. Commedia patetica, piena di gag da gabinetto, che non può avvalersi neppure della buona volontà espressa dal cast in giorni migliori. Mike Nichols (Mike Nichols!!!) è il produttore esecutivo.

A proposito della notte scorsa

Dalla commedia di David Mamet Sexual Perversity in Chicago. I giovani Danny e Debbie s’innamorano e, nonostante i rispettivi amici Bernie e Joan tentino di scoraggiarli, decidono di andare a vivere insieme. Ma la convivenza tra i due si fa subito difficile, anche perché Danny non se la sente d’impegnarsi seriamente con la ragazza. Della piece teatrale di Mamet, adattata per lo schermo da Tim Kazurinsky e Denise DeClue, rimane ben poco. Quel poco basta a farne un film interessante, anche se non completamente riuscito. Jim Belushi è il migliore dei protagonisti. (andrea tagliacozzo)

L’Esorcista III

L’ispettore di polizia Scott deve far luce su una serie di raccapriccianti omicidi, senza dubbio opera di un serial killer che era stato giustiziato la stessa notte in cui si era compiuto l’esorcismo del primo film. Parte bene, ma diventa sempre più assurdo e confuso fino all’autodistruzione. Esempio lampante di rattoppamento in post-produzione.