Gli avventurieri della città perduta

Seguito di
Allan Quatermain e le miniere di re Salomone
, girato l’anno precedente con gli stessi interpreti (nonché remake di
King Solomon’s Treasure
di Alvin Rakoff, realizzato nel ’77). Nel cuore dell’Africa, Allan Quatermain, fresco sposo dell’archeologa Jessie Huston, tenta di ritrovare il fratello Robert, scomparso misteriosamente mentre era alla ricerca di una leggendaria città dell’oro. Addirittura peggiore (se mai era possibile…) del già non eccelso primo episodio.
(andrea tagliacozzo)

Vivo quanto basta per ammazzarti

Johnny Dix, figlio diciannovenne di un fuorilegge, vorrebbe vendicare la morte del padre, ucciso da un cacciatore di taglie chiamato Santee. Ma una volta trovato l’assassino del genitore scopre che questi è un brav’uomo e finisce per diventarne amico. Santee, che diversi anni prima aveva perso il figlioletto, decide di adottare il giovanotto. Western mediocre e prevedibile, ma a tratti godibile.
(andrea tagliacozzo)