Fuga dal mondo dei sogni

Lungometraggio senza senso (per metà in animazione e per metà “live action”) di Bakshi, già abituato a questo genere di film, ma in questo caso senza raggiungere lo stesso successo dei precedenti. L’ex detenuto e cartoonist Byrne si accorge che le sue creazioni sono reali e vivono in un universo parallelo chiamato Mondofurbo: dopo un rapporto sessuale con lo “scarabocchio” sexy Holly (Basinger), lei si trasformerà in essere umano e scapperà nel mondo reale, con il detective Pitt alle calcagna. Troppo serio per essere divertente, troppo sciocco per essere preso sul serio: i personaggi principali sono poco verosimili e stomachevoli. Sembra la versione di Roger Corman di Chi ha incastrato Roger Rabbit