Capitani coraggiosi

Una nave, con a bordo l’impertinente e viziatissimo figlio di un milionario, affonda in mezzo all’Oceano. Il ragazzo, salvato da una goletta di pescatori e costretto per un lungo periodo a fare l’umile mestiere del mozzo, ammorbidisce notevolmente il suo carattere. Straordinario adattamento cinematografico di un classico di Rudyard Kipling. Spencer Tracy, nel ruolo di un pescatore portoghese, vinse l’Oscar come migliore attore protagonista.
(andrea tagliacozzo)

Anna Karenina

Una delle più note interpretazioni di Greta Garbo, qui diretta da uno dei suoi registi preferiti. Anna, moglie di un ministro dello zar, s’innamora di un ufficiale dell’esercito. Senza esitare, abbandona il marito e fugge con l’amante. Ma in seguito la donna, sentendo il bisogno di rivedere il proprio figlio, decide di tornare indietro. Un melodramma sfarzoso, per certi versi convenzionale, ma anche estremamente raffinato. La Garbo aveva già indossato i panni dell’eroina di Tolstoj in una versione muta diretta nel 1927 da Edmund Goulding dal titolo
Love
con un inconcepibile happy end. Anna Karenina sarà protagonista di una terza versione cinematografica nel 1948 con Vivien Leigh nel ruolo dell’eroina russa.
(andrea tagliacozzo)

David Copperfield

Dopo la morte della madre, il piccolo David, costretto dall’odiato patrigno a lavorare in una fabbrica di vini, decide di fuggire raggiungendo a piedi, con un lungo ed estenuante viaggio, la casa di una stravagante zia. Poche le due ore di film per contenere tutti gli spunti e la ricchezza di particolari dello splendido romanzo di Charles Dickens. Una buona versione, ottimamente interpretata, anche se lontana dalle vette che toccherà David Lean nell’adattare altri due libri dello scrittore inglese:
Oliver Twist
e
Grandi speranze.
Il film ebbe due candidature agli Oscar 1935 (film e montaggio) senza vincere alcuna statuetta.
(andrea tagliacozzo)