Joan Lui – Ma un giorno nel paese arrivo io di lunedì

Ambizioso, ma fallimentare progetto cinematografico scritto, diretto, montato e interpretato da Adriano Celentano. Il molleggiato veste i panni di un predicatore canterino venuto a salvare l’umanità dalla droga e dal dominio dei mass-media, oltre che dalle sordide manovre del Maligno, rappresentato da un bieco commerciante orientale. Una predica lunga un film… e un film decisamente troppo lungo: il cantante sarà pure carismatico, ma quasi tre ore di un pasticcio senza capo né coda sono ardue anche per il più disponibile dei suoi fedeli. (andrea tagliacozzo)

Yuppies – I giovani di successo

Un notaio, un dentista, un pubblicitario e un rivenditore d’auto, con il mito dei soldi, del potere, della fama, delle belle donne e, ovviamente, di Gianni Agnelli, tengono banco per oltre un’ora. Uno dei film più brutti e volgari del cinema italiano.

Segni particolari: bellissimo

Lo scrittore quarantenne Mattia (Adriano Celentano), donnaiolo impenitente, non vuole sentire parlare di matrimonio. Per evitare che a qualcuna delle sue numerose corteggiatrici venga l’idea di condurlo all’altare, fa passare una ragazza (Federico Moro) per sua figlia. Ma sarà proprio quest’ultima a farlo capitolare. Una delle prove più opache del
molleggiato
. Non che le altre fossero memorabili, ma almeno un sorriso lo strappavano.
(andrea tagliacozzo)