La ragazza più bella del mondo

La passione per i dadi rischia di mandare in rovina il proprietario di un circo che, puntualmente, finisce per perdere al gioco il denaro destinato ai suoi dipendenti. Sua figlia s’innamora di un giovane, da poco assunto, che ignora essere il figlio di un facoltoso uomo d’affari. I divertentissimi intermezzi comici di Jimmy Durante e Martha Raye rubano lo spazio a una pur deliziosa Doris Day. Splendide la canzoni del film, composte dai celebri Rodgers e Hart.
(andrea tagliacozzo)

Chimere

Rick, orfano fin dalla più tenera età, cresce con la passione della musica jazz e diventa un ottimo suonatore di cornetta. Orgoglioso e sicuro di sé, il musicista trova difficoltà nel far accettare il suo modo di suonare e i suoi arrangiamenti tanto innovativi. Il film, ben diretto da Michael Curtiz, è ispirato alla travagliata vita di Bix Beiderbecke, interpretato da un intenso Kirk Douglas. La stessa vicenda ispirerà nel 1991 a Pupi Avati il suo
Bix.
(andrea tagliacozzo)

Amore sotto coperta

Per poter controllare il marito Michele, del quale è assai gelosa, Elvira finge di partire per una crociera, alla quale prende parte, in sua vece, la cantante Giorgina. Michele, a sua volta geloso della moglie, fa imbarcare sulla nave un detective privato con il compito di seguire le mosse di Elvira. Una gradevole commedia musicale. Doris Day, al suo debutto cinematografico, se la cava egregiamente. Due anni più tardi, la cantante tornerà a lavorare con Michael Curtiz nel drammatico
Chimere
.
(andrea tagliacozzo)

Non disturbate

Mike Harper, giovane dirigente di una azienda americana, si trasferisce in Inghilterra per lavoro, assistito dalla sua graziosa segretaria. La moglie di Mike, Janet, temendo che il marito la tradisca, decide di ingelosirlo con uno spasimante. Innocua commediola costruita su misura (e senza troppa fantasia) per la simpatica Doris Day. La coppia Day-Taylor tornerà l’anno successivo in

La mia spia di mezzanotte
.
(andrea tagliacozzo)

Salva la tua vita

La giovane Julie, sposatasi in seconde nozze con un valente pianista, sospetta che quest’ultimo abbia assassinato il precedente marito, apparentemente deceduto in seguito a un suicidio. La donna riferisce alla polizia i suoi timori, ormai divenuti certezza, ma non viene creduta. Buon thriller, con Doris Day in un ruolo per lei insolito (che, più o meno, ripeterà quattro anni dopo in
Merletto di mezzanotte
). Nel 1958, il regista Stone realizzerà un altro giallo di discreta fattura:
Lama alla gola
.
(andrea tagliacozzo)

Amami o lasciami

La giovane Ruth, cantante alle prime armi, si esibisce in un locale di Chicago dove viene notata da Marty Snyder, un potente gangster locale. Colpito dal talento della ragazza, dal suo grande fascino, l’uomo decide di farle da impresario. Ruth, grazie ai consigli e all’influenza di Marty, arriva rapidamente al successo. Un insolito melodramma, tutt’altro che edulcorato dalla patina hollywoodiana, splendidamente interpretato da James Cagney e Doris Day. Il soggetto, ispirato alla storia vera di Ruth Etting, vinse l’Oscar 1955. La canzone I’ll Never Stop Loving You , candidata senza fortuna alla conquista statuetta, divenne uno dei grandi hit di Doris Day. (andrea tagliacozzo)

La mia spia di mezzanotte

La giovane Jennifer, da poco rimasta vedova, lavora in un laboratorio spaziale come addetta alle relazioni pubbliche. A causa di un serie di equivoci, la donna viene creduta una spia al soldo del nemico sovietico. Gradevole commedia nel più classico stile del regista Frank Tashlin, in precedenza autore preferito della coppia Dean Martin-Jerry Lewis. Piuttosto affiatati Doris Day e Rod Taylor.
(andrea tagliacozzo)

10 in amore

Jim Gannon, esperto capo cronista di un grande giornale, non perde occasione per ironizzare sui corsi universitari di giornalismo. Deciso a divertirsi alle spalle di una giovane insegnante, il giornalista comincia frequentare le lezioni della ragazza. Commediola non troppo originale, ma interpretata con sufficiente brio da Clark Gable e Doris Day. Singolare la grande differenza d’età tra i due: lui all’epoca aveva cinquantasei anni, mentre lei ne aveva ventitré in meno.
(andrea tagliacozzo)