La foresta di smeraldo

Nella foresta amazzonica, un ingegnere americano cerca di ritrovare Tommy, il figlio rapitogli dieci anni prima da una tribù locale. Ma il ragazzo, cresciuto con amore dagli indios, è ormai diventato uno di loro. Realizzato da John Boorman con grande senso dello spettacolo, un film davvero suggestivo, in cui il tema ecologico è sviluppato in maniera originale e senza un filo di retorica. Efficace l’interpretazione del figlio del regista Charley Boorman nel ruolo di Tommy (il padre lo aveva già diretto, giovanissimo, in Un tranquillo week end di paura). La sceneggiatura porta la firma di Rospo Pallenberg, che per Boorman aveva in passato scritto il copione di Excalibur . (andrea tagliacozzo)