Scuola di medicina

A Branford, nella locale facoltà di Medicina, tre mattacchioni, invece di dedicarsi allo studio, preferiscono spassarsela organizzando goliardici scherzi ai danni dei compagni. Bradley, rigido rettore dell’ Università, prova inutilmente a ricondurre il terzetto sulla retta via. La pellicola, firmata dall’inesistente Alan Smithee (pseudonimo usato da vari registi), è stata in realtà diretta da Rod Holcomb. Un pastrocchio pseudodemenziale sulla falsariga di
Porky’s
e
Animal House
(ma il demenziale del film di Landis era davvero un’altra cosa).
(andrea tagliacozzo)

Hot Shots! 2

Sequel obbligatorio, con un Sheen in stile Rambo che, chiamato in azione per salvare alcuni soldati americani che hanno tentato di soccorrere altri soldati (e così via…), viene fatto prigioniero dopo l’operazione “Desert Storm”. Farcito di gag e parodie cinematografiche a non finire, stavolta però se ne fallisce tante quante ne centra, specie nel secondo tempo. Il cast se la cava egregiamente, in particolare Sheen, Bridges e Crenna (che prende in giro il suo stesso ruolo nella serie di Rambo).

Affari d’oro

Due coppie di gemelle vengono scambiate e separate alla nascita. Anni dopo, due di loro – cresciute in provincia – si trasferiscono a New York: lì incontreranno le altre, identiche a loro, divenute dirigenti di una società. Divertente, ma non la comicità demenziale non decolla mai. La Midler è bravissima, e gli effetti speciali sono davvero degni di nota.