La luna sorge

Una sceneggiatura disomogenea per questo melodramma psicologico sull’arrabbiato e alienato Clark e sulla sventura che cade su di lui in seguito all’uccisione accidentale del figlio del banchiere che lo provoca da anni. Tuttavia, è un’opera diretta magnificamente; da non perdere la sequenza iniziale.

Convoglio verso l’ignoto

Tributo al ruolo della marina mercantile durante la seconda guerra mondiale. Bogart e Massey interpretano due ufficiali, Hale e Levene due marinai, Clark fa la testa calda — come al solito — e la Gordon è la moglie di Massey. Anche in versione colorizzata. Una nomination agli Oscar.

Il volto della paura

Dal racconto «Sally» di E.V. Cunningham, adattato per il piccolo schermo da Edward Hume. Una giovane insegnante, cresciuta nello Stato dell’Idaho, apprende di essere affetta da una grave forma di leucemia. La ragazza si trasferisce a San Francisco dove assolda un killer per farla finita prima del tempo. Poi scopre di non dover affatto morire. I personaggi sono ben delineati e il film, pervaso da un umorismo beffardo, non manca di suspense.
(andrea tagliacozzo)

L’ultimo tramonto sulla terra dei McMasters

Discreto dramma razziale ambientato sullo sfondo della guerra di Secessione. Al termine del conflitto, un soldato nero dell’esercito nordista ritorna nella cittadina di Ironwood, per riprendere il suo posto nel ranch del vecchio McMasters. Purtroppo però alcuni abitanti della cittadina si mostrano ostili nei confronti del nero e gli rendono la vita difficile.
(andrea tagliacozzo)