Notorious

Negli Stati Uniti, un tedesco, sposato a un’americana, viene arrestato per spionaggio a favore dei nazisti e muore suicida in carcere. La figlia accetta di entrare nel controspionaggio americano per introdursi, a Rio De Janeiro, negli ambienti nazisti. Scritto da Ben Hecht, uno dei film più noti del grande Hitchcock, perfettamente in bilico tra suspense e pulsioni mélo. Celebre soprattutto la scena del lunghissimo bacio tra Cary Grant e Ingrid Bergman. Numerose, oltre a questa, le sequenze da antologia, come la memorabile carrellata volante che parte dall’alto, attraversa un salone e va ad inquadrare in primo piano uno dei protagonisti.
(andrea tagliacozzo)

Mister Smith va a Washington

Stewart è un giovane idealista che non trova altro che corruzione nel senato degli Stati Uniti. Capra realizza un ritratto scrupoloso della società americana, con Stewart in una splendida interpretazione, appoggiato dalla Arthur, donna risoluta, ma che si lascia convincere dal serio Smith, e da un cast d’eccezione. Carey è meraviglioso nei panni del vice presidente. Sceneggiatura brillante di Sidney Buchman; ma fu la storia originale di Lewis R. Foster a ricevere l’Oscar. In seguito venne realizzata anche una serie televisiva. Rifatto con il titolo Billy Jack Goes to Washington.

La signora Skeffington

Nel 1914, per salvare la famiglia da un terribile dissesto finanziario, una donna bella e corteggiata si sposa, pur non amandolo, con un ricco banchiere. Questi invece, essendo d’indola buona, adora la moglie e ne sopporta ogni capriccio. Felice adattamento cinematografico del romanzo di Elizabeth von Arnim, sceneggiato da Philip e Julius J. Epstein. Gli ottimi Bette Davis e Claude Rains, entrambi candidati agli Oscar 1944, non riuscirono a portarsi a casa l’ambita statuetta.
(andrea tagliacozzo)

Delitti senza castigo

Questo precursore di Peyton Place conserva ancora la sua vivacità di sguardo su una città del Midwest nel periodo precedente la prima guerra mondiale, con i destini di parecchie persone che si intrecciano. La bellissima colonna sonora di Erich Wolfgang Korngold sostiene una produzione sfarzosa e buone caratterizzazioni. Da ricordare anche per l’interpretazione di Reagan, la sua migliore. Sceneggiatura di Casey Robinson, dal best-seller di Henry Bellamann. Disponibile anche in versione colorizzata.

Hanno fatto di me un criminale

Garfield si dà alla macchia quando crede di aver ucciso un giornalista, se ne resta all’Ovest con la Robson e i “Dead End Kids”. Gradevole, con Rains fuori parte in un personaggio alla Dick Tracy. Rifacimento di The Life of Jimmy Dolan.

Casablanca

Il cult-movie per eccellenza, vincitore di tre premi Oscar (al film, al regista e alla sceneggiatura). All’inizio della seconda guerra mondiale, un americano, proprietario di un elegante locale di Casablanca, aiuta i profughi politici perseguitati dai nazisti. Tra questi capita anche la donna che aveva amato l’anno prima a Parigi, diventata nel frattempo la moglie di un eroe della Resistenza. Indimenticabili i duetti tra Bogart e la Bergman (citati alla lettera da Woody Allen in
Provaci ancora Sam
).
(andrea tagliacozzo)

Per sempre e un giorno ancora

Un’ottantina di star inglesi (e americane) hanno preso parte a questo film a episodi, incentrato sulla storia di una casa e dei suoi abitanti nel corso degli anni, allo scopo di raccogliere fondi per il British War Relief. Il risultato è discontinuo, ma ci sono molti buoni momenti e la parata di stelle è veramente unica.

L’uomo invisibile

La fantasia di H.G. Wells si materializza brillantemente sullo schermo in un racconto di uno scienziato pazzo che si rende invisibile, devastando un piccolo paese della campagna britannica. Il debutto cinematografico di Rains è datato, ma ancora godibile. Non perdetevi John Carradine che telefona in un “avvistamento”; colui al quale è stata rubata la bicicletta è proprio Walter Brennan!.