Fräulein Doktor

Fraulein Doktor è una giovane donna che, nel corso della prima guerra mondiale, agisce come agente segreto per conto della Germania. Per eliminarla, il controspionaggio inglese assolda un suo collega, Meyer. Fraulein Doktor scampa alla morte grazie all’intervento del servizio segreto tedesco che fa pervenire agli inglesi la notizia della morte della donna. Una spanna al di sopra degli altri film del genere spionistico, anche grazie all’attenta regia di Lattuada, abile nel tratteggiare il complesso profilo psicologico della protagonista.
(andrea tagliacozzo)

I miei primi quarant’anni

Dall’omonimo libro autobiografico di Marina Ripa di Meana. Vivace e turbolenta fin dall’infanzia, Marina è iniziata al sesso dalla cameriera. Il matrimonio con il duca Caracciolo e la successiva nascita della figlia Lucrezia non riescono a soddisfare le ambizioni della donna che, dopo la sofferta ma inevitabile separazione dal marito, apre un atelier di moda. Definire cinema quest’accozzaglia di sequenze, una meno interessante dell’altra, tagliate e cucite alla meno peggio, è un’offesa mortale alla settima arte. (andrea tagliacozzo)

Pugni, pupe e pepite

In Alaska, agli inizi del secolo, Sam, che assieme ai fratelli George e Billy ha scoperto una inesauribile vena aurifera, si reca a Seattle con l’intenzione, al ritorno, di portare con sé la fidanzata di George. Ma la ragazza si è già sposata e Sam, per non deludere il fratello, convince Michelle, un’affascinante entreneuse, a farle da «sostituta». Avventura e commedia si fondono alla perfezione in uno dei film più divertenti e scanzonati di Henry Hathaway. Brillante anche la prova di John Wayne, tra gli attori preferiti del regista.
(andrea tagliacozzo)

Giallo napoletano

Raffaele Capacece, professore di mandolino classico, si è ridotto a fare il suonatore ambulante. Per colpa dell’anziano genitore, che sperpera al lotto e alla roulette tutti i loro guadagni, il musicista si ritrova coinvolto in tre misteriosi delitti. Giallorosa dalla trama fin troppo intricata, ma ben sorretto da un cast d’eccezione.
(andrea tagliacozzo)

La Pantera Rosa

In una stazione sciistica, l’ispettore Clouseau è sulle tracce di un misterioso ladro internazionale del quale ignora l’identità. Questi non è altro che il maturo playboy Sir Charles, che si serve di tutto il suo fascino per mettere le mani sul favoloso gioiello della bella principessa Dala. Una divertente commedia sofisticata nel più tipico stile di Blake Edwards. Peter Sellers, anche se relegato quasi in secondo piano, ruba la scena al resto del cast. L’attore tornerà nei panni dell’ispettore Closeau in altre sei occasioni, a partire da quello stesso anno in
Uno sparo nel buio
.
(andrea tagliacozzo)