Pink Cadillac

Tommy Novak riceve l’incarico di acciuffare una donna, fuggita assieme alla figlioletta a bordo della Cadillac rosa del marito. Quest’ultimo sguinzaglia sulle tracce della moglie – che, oltre alla macchina, ha con sé un milione di dollari – anche una banda di neonazisti. Tommy, conquistato dal fascino della fuggiasca, finirà per proteggere la donna dal pericoloso gruppetto di malintenzionati. A metà tra commedia e film d’azione, la pellicola si regge in piedi solo grazie all’innegabile carisma di Clint Eastwood. (andrea tagliacozzo)

Scommessa con la morte

Quinta volta di Clint Eastwood nei panni dell’ispettore Callaghan. Alcuni omicidi insoluti sembrano in qualche modo collegati a un gioco televisivo a premi. Callaghan, con l’aiuto di un’intraprendente giornalista televisiva, si mette sulle tracce dell’assassino. Il peggiore della serie, ma con almeno una sequenza da antologia: l’inseguimento tra l’auto di Callaghan e un’automobilina radiocomandata carica di esplosivo. Grande, come al solito, Eastwood. (andrea tagliacozzo)