La Pantera Rosa

La nazionale francese di calcio ha appena battuto la Cina. In campo si festeggia quando, improvvisamente, l’allenatore dei
bleu
viene colpito da una freccetta avvelenata che lo schianta a terra. Nel caos che si viene a creare sparisce dal dito dello sfortunato sportivo anche un diamante dal valore inestimabile: La Pantera Rosa. L’omicidio e il furto suscitano un forte clamore mediatico e l’ispettore capo della polizia, Dreyfus, decide di affidare il caso al goffo detective Clouseau. Al suo fianco l’ispettore Gilbert Ponton, che dovrà aiutarlo nello svolgimento delle indagini.

La recensione

A quaratatre anni dalla

prima avventura
dell’originale ispettore Jacques Clouseau,
La Pantera Rosa
torna con l’o

Austin Powers in Goldmember

Il Dottor Male è evaso da un carcere di massima sciurezza insieme al suo clone nano, Mini Me, e cerca di minacciare il mondo aiutato da un altro strano personaggio malvagio, Goldmember. Il mitico Austin Powers deve viaggiare nel tempo per liberare suo padre, Nigel Powers (Michael Caine), e per contrastare i suoi nemici. Austin incontra l’agente segreto Foxxy Cleopatra (Beyonce’ Knowles, ex cantante delle Destiny’s Child), che lo aiuterà a salvare il mondo. Ma alla fine c’è un incredibile colpo di scena e un finale aperto, nel terrore che si giri anche il film numero quattro. Terza pellicola della saga dell’agente segreto più strambo di Sua Maestà. Terzo film in cui Myers veste i panni di Austin Powers, Dottor Male, Ciccio Bastardo, Goldmember, sceneggiatore e produttore. Molto più debole dei precedenti, trascinato nella sceneggiatura e privo di idee. Poche gag fanno sorridere, per il resto ci si chiede perché dovere guardare una cosa del genere. Il momento più emozionante del film è quando appaiono sul grande schermo Tom Cruise, Steven Spielberg, Gwyneth Paltrow, Kevin Bacon e Danny De Vito, per divertenti camei. Immaginate il resto.
(andrea amato)

Dreamgirls

Chicago, Illinois, 1962: ecco le Dreamettes, trio vocale R&B di belle speranze, in procinto di salire sul palco di un concorso canoro, uno dei tanti che si svolgono davanti a un pubblico quasi esclusivamente di colore. Effie (Jennifer Hudson), Deena (Beyoncé Knowles) e Lorell (Anika Noni Rose) sono brave e vengono notate e scritturate dall’aspirante manager – nonché venditore di auto usate – Curtis Taylor Jr. (Jamie Foxx); ll loro primo lavoro sarà una tournée con il famoso cantante James Thunder Early (Eddie Murphy). Il destino sembra sorridere alle tre ragazze, ma i problemi non tarderanno ad arrivare: Curtis dapprima sta con Effie, poi le preferisce Deena, e decide che sarà quest’ultima a diventare la leader del gruppo, perché più bella e telegenica, anche se vocalmente meno dotata). Effie non riesce a reggere la situazione: lascia il gruppo e viene prontamente sostituita. Le Dreamettes diventano così Dreams, e iniziano una lunga scalata verso il successo… Due Oscar (Missaggio Sonoro e per la Hudson), più altre sei nomination.