Appartamento al Plaza

Da una commedia di Neil Simon, adattata per lo schermo dello stesso autore, tre divertenti storie ambientate in una suite del celebre albergo newyorkese. Uno strepitoso Walter Matthau interpreta i ruoli dei tre protagonisti: un marito che vuole separarsi dalla moglie; un produttore che vuole portarsi a letto una ingenua casalinga; un padre che litiga con la figlia perché non vuole più sposarsi. Regia di mestiere, ma efficace.
(andrea tagliacozzo)

L’ultimo contratto

Un killer professionista mescola affari e piacere quando va a una rimpatriata coi compagni di liceo di dieci anni prima mentre è in servizio… ma la ragazza che ha lasciato e tutti i suoi amici vogliono sapere perché e come è scomparso. Cusack ha partecipato alla stesura dello script e ha co-prodotto questa tagliente commedia nera, colma di dialoghi alla moda e molto sicura di sé. Ma la violenza all’apice del film lascia un cattivo sapore e indebolisce la commedia.

Complotto di famiglia

L’ultimo film di Alfred Hitchcock (scomparso il 24 aprile del 1980 all’età di ottantuno anni). Una vecchia signora incarica una giovane medium e il fidanzato di questa, un attore fallito, di ritrovarle il nipote. I due scoprono che l’uomo, abbandonato al momento della nascita, è diventato un incallito criminale. Lo smalto, ovviamente, non è più quello di un tempo e il maestro del brivido chiude in tono minore la sua carriera, anche se con un film ironico e divertente che, a suo modo, funziona. Di Hitchcock appare la silhouette dietro una porta a vetri.
(andrea tagliacozzo)