Assolto per aver commesso il fatto

L’ex funzionario della S.I.A.E. Emilio Garrone riesce, con alcuni raggiri ai danni di diverse emittenti private, a mettere in piedi un piccolo impero radiotelevisivo. Garrone si dimostra tanto abile da precedere il potentissimo cavalier Serra nell’acquisto di un importante network statunitense. Il riferimento all’attualità (Parretti, Berlusconi) poteva essere pertinente e dare nerbo al film, ma il Sordi attore non è più quello di una volta e come regista non è mai stato un granché. La satira, poi, è all’acqua di rose.
(andrea tagliacozzo)