Kean, genio e sregolatezza

Vittorio Gassman, al suo esordio dietro la macchina da presa, s’ispira all’opera di Alexandre Dumas per raccontare la vita di Edmund Kean, popolarissimo e istrionico attore inglese degli inizi dell’Ottocento. Amante del bere, pieno di debiti e dongiovanni impenitente, Kean contende al principe di Galles l’amore per la moglie dell’ambasciatore di Danimarca. Un soggetto ideale per le istrioniche doti di Gassman, che se la cava discretamente anche nella regia (coadiuvato da Francesco Rosi e Giulio Questi).
(andrea tagliacozzo)

Ti conosco mascherina

Riduzione cinematografica di una commedia di Eduardo Scarpetta curata da Eduardo De Filippo. Uno strano tipo fa da procuratore e maggiordomo a un’attrice teatrale molto carina, ma piuttosto scarsa in quanto a talento artistico. Le scritture latitano e l’uomo, pressato dai creditori, organizza un imbroglio ai danni di un ricco barone. Più che la regia di Eduardo – qui al suo secondo film – contano soprattutto la sua interpretazione e quelle dei suoi due fratelli.
(andrea tagliacozzo)