Fontamara

Negli anni Trenta, gli agrari e i loro alleati fascisti sfruttano i contadini di Fontamara, un paesino della Marsica. Ma tra questi ultimi c’è un giovane, discendente di una famiglia di briganti, che a poco a poco apre gli occhi e decide di ribellarsi. Tratto dal romanzo di Ignazio Silone, pubblicato nel ’33 e immediatamente proibito dal regime di Mussolini. Corretta la regia di Lizzani, anche se priva di grandi guizzi, mentre è degna di nota l’interpretazione di Michele Placido.
(andrea tagliacozzo)