I Goonies

Divertente pellicola per ragazzi, diretta con mano anonima ma sicura dal regista di Superman e Arma letale , Richard Donner. In una soffitta, un ragazzo trova la mappa di un tesoro sepolto anni prima dal mitico pirata Willy l’Orbo. Seguendo le indicazioni della carta, il giovane, assieme ad alcuni intraprendenti amici, si mette alla caccia del bottino. Tratto da un soggetto di Steven Spielberg, il film è stato scritto da Chris Columbus, più tardi regista di Mamma ho perso l’aereo e Mrs. Doubtfire . (andrea tagliacozzo)

Dovevi essere morta

L’adolescente Paul, genio dell’elettronica, s’innamora di una ragazza, Samantha, costretta a vivere con un padre alcolizzato e violento. Quando Samantha viene accidentalmente uccisa da un gesto sconsiderato del genitore, Paul tenta di riportarla in vita innestando nel cervello della giovane un micro-circuito. Film atipico di Wes Craven dove il sentimentale fa più volte capolino nell’orrorifico. Non del tutto riuscito, ma il tentativo è sicuramente interessante. (andrea tagliacozzo)

I nuovi centurioni

Tra pericoli quotidiani e storie private, la vita di alcuni poliziotti di Los Angeles. Tra questi, l’anziano Andy Kilwinsky, alle soglie della pensione, che ha dedicato l’intera esistenza alla professione sacrificando perfino gli affetti familiari. Tratta da un romanzo di Joseph Wambaugh, una pellicola che riesce a farsi apprezzare sia nelle scene d’azione che nelle annotazioni psicologiche. Merito dell’ottima regia del solitamente discontinuo Fleischer e di un cast decisamente notevole.
(andrea tagliacozzo)

Voglio la libertà

Trascurata dal marito e costretta a badare alla casa e ai figli, Barbara sfoga le proprie frustrazioni abbandonandosi a frequenti e vivide fantasie che, però, non servono ad appagarla. Quando scopre di essere rimasta nuovamente incinta, la donna esita un po’ prima di dare la notizia al consorte. La Streisand è brava, come sempre, ma da sola non basta a salvare una commedia fiacca e priva di mordente.
(andrea tagliacozzo)