Il compleanno

Un gruppo di amici affitta una magnifica casa sulla spiaggia per passare insieme l’estate. L’arrivo improvviso di David, figlio di Shary e Diego, scatena una tensione crescente che sembra travolgere tutti e in particolare Matteo, un affermato psicanalista, sposato con Francesca. La vacanza segnerà indelebilmente il destino dei personaggi e svelerà il senso delle loro esistenze.

Il padre e lo straniero

Una Roma dai toni medio-orientali fa da sfondo ad un giallo con protagonisti l’italiano Diego e l’arabo Walid.
I due stringono una profonda amicizia, uniti dall’amore per i propri figli, purtroppo disabili. Diego, attraverso il rapporto con Walid, metterà in discussione il significato di “diverso” e “normale”. L’amicizia cambierà i due uomini, anche se Walid nasconde molti segreti in cui Diego viene inconsapevolmente coinvolto, mettendo alla prova il loro rapporto.
Waild a un tratto scompare e Diego si ritrova ad essere indagato dai Servizi Segreti.
Inizia allora una sua indagine privata per ritrovare l’arabo, attraverso una serie di colpi di scena, e capire chi sia veramente. Alla ricerca di Walid, Diego torna in quel lontano paese arabo in cui era stato con l’amico, sulla traccia di un’antica favola che Walid gli aveva narrato e là troverà l’inattesa verità.

Caos calmo

Nel corso di un pomeriggio estivo passato in spiaggia assieme al fratello Carlo, Pietro Paladini salva la vita a una donna che sta per annegare. Nello stesso momento sua moglie Lara muore improvvisamente a causa di un ictus. Alla ripresa della scuola, Pietro accompagna la figlia Claudia, dieci anni, fino al portone, decidendo poi di aspettarla fuori fino al termine delle lezioni. La cosa si ripete ogni giorno per diverse settimane, Pietro aspetta che il dolore arrivi, mentre i suoi capi, i colleghi e i parenti vanno da lui per consolarlo, finendo invece per confidargli i propri problemi. Un giorno, nel piccolo parco antistante la scuola di Claudia, arriva la sconosciuta che Pietro ha salvato…

La donna della mia vita

Due fratelli, Leonardo (Luca Argentero) e Giorgio (Alessandro Gassman), sono molto diversi tra loro: tanto il primo è affidabile e sensibile, quanto il secondo è incostante e donnaiolo. A tenerli uniti e proteggerli ci pensa Alba (Stefania Sandrelli), una madre chioccia con la tendenza a controllare tutto, marito (Giorgio Colangeli) e figli inclusi.

E ci riesce, almeno fino al giorno in cui Giorgio scopre che la nuova fidanzata del fratello non è altri che Sara (Valentina Lodovini), con cui ha avuto una delle sue turbolenti relazioni extraconiugali. A quel punto ogni cosa verrà alterata: gli affetti, le relazioni, i comportamenti, e l’ordine (apparente) lascerà il posto a un grande scompiglio. E come sempre, sarà Alba a intervenire per riportare l’armonia in famiglia e lo farà non senza sorprese e colpi di scena.

Il seme della discordia

Un uomo e una donna sembrano felicemente sposati: entrambi hanno successo nelle rispettive professioni ma quella che sarà sconvolta sarà la loro vita privata. Lei infatti scopre di essere incinta mentre lui di essere sterile: è l’inizio di una crisi profonda che li metterà completamente in discussione.

Ex

Seguiamo le vite intrecciate di sei coppie: Filippo e Caterina stanno divorziando e lottano per “non” avere l’affidamento dei figli; anche Luca e Loredana sono alle prese con un divorzio e Luca si trasferisce a vivere nella casa “studentesca” del figlio ricominciando a 50 anni suonati una vita da Peter Pan; Sergio, divorziato da anni e gaudente per vocazione, si ritrova a fare il padre di due adolescenti complicate, dopo la morte improvvisa della sua ex moglie; Elisa sta per sposarsi con Corrado ma ritrova il suo ex storico nel posto più imprevedibile, è infatti il prete (don Lorenzo) che dovrà sposarli; Giulia vive con Marc a Parigi, ma un trasferimento imprevisto in Nuova Zelanda trasforma il loro in un amore a distanza e rischia di farli diventare ex; Paolo, fidanzato con Monique, è minacciato da Davide, ex di lei, geloso e nient’affatto rassegnato.

Ex – Amici come prima

Accordi e disaccordi, crimini e misfatti, amori in corso di coppie allo sbaraglio che per incredibili scherzi del destino incroceranno le loro esistenze per un momento, o forse per sempre, in questa romantica commedia degli equivoci dove niente è come sembra. Un ironico ritratto della storia, o forse, della geografia sentimentale dei nostri giorni. Perchè nel corso della nostra vita, prima o poi, ognuno di noi è destinato a diventare un “ex”: ex alunno, ex commilitone, ex amico, ex migliore amico, ex fidanzato, ex marito. Questo film è dedicato a loro, allo sterminato esercito degli “ex”. Per i quali c’è sempre una seconda occasione…

Basilicata Coast To Coast

Basilicata Coast to Coast

mame cinema BASILICATA COAST TO COAST - STASERA IN TV scena
La band protagonista

Diretto da Rocco Papaleo nel suo esordio come regista, Basilicata coast to coast (2010) racconta le vicende di una band della provincia di Potenza che decide di partecipare al festival nazionale del teatro-canzone di Scanzano Jonico. I quattro amici e membri del gruppo devono attraversare la Basilicata dalla costa tirrenica alla costa ionica. A questo punto, perciò, ha inizio un viaggio quasi surreale, documentato giorno per giorno da una televisione parrocchiale e da una giornalista (interpretata da Giovanna Mezzogiorno).

Non si tratterà però solo di un viaggio: tutti avranno infatti modo di ripensare alle proprie vite e alla maniera con cui migliorarle. E, al ritorno a casa, niente sarà più come prima.

Nel cast: Rocco Papaleo, Alessandro Gassman, Max Gazzè, Giovanna Mezzogiorno, Paolo Briguglia, Michela Andreozzi, Claudia Potenza e Gaetano Amato.

Curiosità

  • Il film rappresenta l’esordio di Max Gazzè come attore, il quale è anche l’interprete del brano musicale Mentre dormi, presente nella colonna sonora del film.
  • La pellicola è stata girata nei comuni lucani di Maratea, Trecchina, Lauria, Tramutola, Spinoso (Lago di Pietra del Pertusillo), Aliano, Scanzano Jonico e nella città fantasma di Craco.
  • La produzione esecutiva è stata affidata dalla Regione Basilicata che ha finanziato il progetto filmico per la promozione dell’immagine della Basilicata.
  • Alla sua uscita nelle sale italiane il 9 aprile 2010, si è piazzato al sesto posto del botteghino e nel primo fine settimana ha guadagnato circa 600 000 euro. Gli incassi del film ammontano a 3 368 466 euro.
  • Il film ha riscosso perlopiù pareri positivi tra i critici.
    Il manifesto lo ha definito «Un’idea bella e commovente».
    Il Messaggero
    : «Non esplosivo ma dolce
    L’Unità: «ben recitato, ben girato e pieno di magnifiche musiche» oltreché «struggente, randagio, emozionante.»
    Il Corriere della Sera: «Film vitale, simpatico, con qualcosa di prolisso e didascalico, ma pieno di una genuina voglia di cinema e racconto.»
    La Stampa: «Un piccolo film che trova con spontaneità una sua intonata forma artistica.»
  • Rocco Papaleo si è aggiudicato il Nastro d’Argento come regista esordiente 2010, mentre Rita Marcotulli lo ha vinto per la colonna sonora 2010.