Sulle ali dell’arcobaleno

Questa eccentrica e fantasiosa commedia musicale (scritta da Burton Lane e E.Y. Harburg) sulla discriminazione razziale era in anticipo sui tempi nella Broadway dei tardi anni Quaranta, ma terribilmente datata due decenni dopo: tuttavia, Coppola e un cast affascinante ne fanno miracolosamente uno straordinario e immaginifico musical, forse il migliore del periodo. I dialoghi di Harburg rimangono eleganti e arguti, e Astaire è divertente nei panni dell’immigrato irlandese il cui folletto prende vita nel Sud degli Stati Uniti. Da vedere — se possibile — in sala. Due nomination agli Oscar per il Sonoro e la Miglior Canzone.