The Queen – La regina

mame cinema THE QUEEN

The Queen

mame cinema THE QUEEN - STASERA IN TV. HELEN MIRREN È ELISABETTA II scena
Michael Sheen e Helen Mirren in una scena del film

Diretto da Stephen Frears, The Queen (2006) è ambientato nel maggio 1997, quando Tony Blair (Michael Sheen) vince le elezioni e diventa Primo Ministro del governo di Sua Maestà. Elisabetta II (Helen Mirren), di conseguenza, ufficializza la sua nomina. Ma un tragico evento attende il nuovo incarico di Blair: la morte improvvisa di Lady Diana Spencer, che avviene il 31 agosto 1997.

Da tempo è nota la rivalità tra Lady D e la famiglia reale. Quando la Principessa del Popolo perde la vita così tragicamente, i britannici la piangono con grande dolore. Ma la regina, nel tentativo di salvaguardare i nipoti dai media, opta per il silenzio, rifiutandosi di rilasciare dichiarazioni a proposito del drammatico evento. E le conseguenze di tale decisione, naturalmente, mettono in cattiva luce la monarchia. Toccherà quindi al nuovo Primo Ministro l’opera di convincimento della sovrana: Blair cercherà di convincere la regina a esporsi, anziché nascondersi, altrimenti la sua figura sarà compromessa agli occhi dei suoi sudditi. Riuscirà la regina ad aprire un nuovo capitolo della monarchia? O il fantasma di Diana oscurerà per sempre la famiglia reale?

Curiosità

  • Per la sua interpretazione della regina Elisabetta II, Helen Mirren ha vinto il premio Oscar e il British Academy Film Award come Migliore attrice protagonista e il Golden Globe come Migliore attrice in un film drammatico. Peter Morgan, invece, si è aggiudicato un Golden Globe per la Migliore sceneggiatura.
  • La pellicola si è inoltre aggiudicata il premio come Miglior film ai British Academy Film Award.
  • Il film contiene inesattezze minori: infatti l’idea dell’espressione Principessa del popolo, che fa parte del comunicato di Tony Blair il giorno dopo la morte di Diana, viene attribuita al suo collaboratore Alastair Campbell, mentre invece fu lo stesso Blair il suo autore.
  • Inoltre, non viene ricordato che la principessa dopo il divorzio dal coniuge mantenne il titolo di Principessa di Galles, ma senza il trattamento di Altezza Reale. Rimase però membro ufficiale della famiglia reale, in quanto madre del principe ereditario, per la prima volta nella storia dei reali britannici.