T

Telefoni bianchi

Le aspirazioni di una giovane cameriera veneta (Belli) a diventare un’attrice passano attraverso la scelta del letto giusto. Se poi si tratta di quello del duce, e siamo nell’Italia del 1935, la carriera diventa cosa fatta, almeno fino a quando il regime non crolla e con questo anche i sogni e i successi della diva. Commedia di costume che scivola nella farsa, a tratti anche divertente, ma sostanzialmente uno spreco di talento visto il ricco cast e l’esile sceneggiatura.

Scroll Up