Sud

Un gruppo di disoccupati si barrica in un seggio elettorale per un’azione dimostrativa, ma fra i sequestrati c’è per caso anche la figlia del boss locale, candidato alle elezioni. Questo fatto, oltre alla scoperta di brogli, farà prendere alla vicenda una piega più seria: accorrererà tutto il paese, la stampa, le televisioni e soprattutto un numero eccessivo di forze dell’ordine, che riuscirà a catturarli. Salvatores abbozza un tentativo di film “impegnato”, di denuncia, ma scivola negli stereotipi e in qualche ingenuità, che gli viene perdonata per la buona prova di tutti gli attori e per un’ottima colonna sonora.