Storia di Piera

Il bizzarro racconto della lunga relazione fra la pazzoide e sensuale Schygulla e sua figlia (Gruhn da pre-adolescente, poi Huppert). Ferreri presenta un’alternativa libertaria al modo di relazionarsi come moglie, madre, figlia e donna; comunque il risultato è confuso e noioso.