P

Polvere di stelle

Nell’autunno del 1943 una compagnia di avanspettacolo si esibisce in Abruzzo: in seguito all’armistizio, i fascisti imprigionano gli artisti. Ma Dea, direttrice della compagnia insieme al marito Mimmo, decide di concedersi a un gerarca per salvare la situazione. Buon affiatamento della coppia Sordi-Vitti, ma la regia non convince, soprattutto per la scelta dei tempi: eccessivi gli oltre 140 minuti di durata.

Scroll Up