My Beautiful Laundrette

A Londra, il giovane Omar, membro della locale comunità pakistana, ottiene dallo zio il permesso di gestire una vecchia lavanderia. Il ragazzo decide di mettersi in affari con Johnny, suo amico d’infanzia, che finisce per diventare anche il suo amante. Sceneggiato da Hanif Kureishi, un interessante spaccato dell’ambiente pakistano nella Londra tatcheriana degli anni Ottanta. Terza regia di Stephen Frears, eccellente nonostante l’evidente povertà di mezzi.
(andrea tagliacozzo)