Me And You And Everyone We Know

Christine (Miranda July) è un’artista moderna di scarsissimo successo, tassista part time con la testa tra le nuvole. Richard (John Hawkes) è stato da poco lasciato dalla moglie, ha due figli piccoli e lavora come commesso in un negozio di scarpe. Così simili eppure così diversi, i due si innamoreranno.

Leggendo la sinossi del film dell’esordiente Miranda July, Premio Speciale della Giuria all’ultimo Sundance Festival e Camera d’Oro e Premio della Critica Giovane all’ultimo Cannes, è davvero difficile credere che la pellicola della regista statunitense sia un piccolo capolavoro. Eppure è così. La July racconta storie minime di persone insignificanti, con vite e sentimenti assai comuni. Parte da piccoli dettagli per rappresentare un mondo fatto di solitudine, speranza e struggimento, in cui anche i bambini provano sentimenti adulti e gli adulti sono indifesi di fronte alla vita, proprio come bambini. Ed è proprio dall’infanzia della regista che il film ha tratto ispirazione, «dal forte desiderio che avevo da bambina che il magico entrasse a far parte della mia vita, trasformando tutto». Un film che non somiglia a nessun altro, poetico e buffo, surreale e a tratti crudele. Consigliatissimo.
(maurizio zoja)