M

Man on Fire — Il fuoco della vendetta

Il veterano Washington, perseguitato dai sensi di colpa, è assunto come guardia del corpo per difendere la giovane Fanning dalla minaccia di rapimento a Mexico City. Dopo una prima ora buona, il film diventa la saga di un vigilante, incoraggiandoci a gioire per le morti violente dei peggiori personaggi che se lo “meritano”. Girato nello stile autocompiaciuto del regista Scott, con fastidiosi primissimi piani, stacchi improvvisi con effetti sonori gridati, e riprese a mano sgranate nel mezzo di alcune scene senza la minima ragione. Davvero troppo. Super 35.

Scroll Up