L

Lovely Rita

Rita è un’adolescente austriaca, figlia unica, che non riesce ad adattarsi al mondo che la circonda. A scuola viene presa in giro da tutti, i professori non la sopportano e i suoi genitori la castigano continuamente, rinchiudendola in camera e non affrontando la sua inquietudine. Come tutte le adolescenti, Rita cerca di scoprire la propria sessualità, ma lo fa con un vicino di casa troppo giovane e con un autista di autobus troppo vecchio. Non riesce a trovare un equilibrio nella sua esistenza, dando vita a un’escalation di bravate che la porteranno… Presentato alla 54esima edizione del Festival di Cannes, nella selezione ufficiale
Un Certain Regard,
Lovely Rita
è un film duro, girato in maniera asciutta, essenziale. La Hausner, come al solito, ha usato attori non professionisti, per la sua maniacale ricerca della realtà, senza correre il rischio di influenzare o contaminare la sceneggiatura. Un film sull’adolescenza, ma anche sulla borghesia e sulla famiglia. Un film crudo, che forse esagera in alcuni passaggi, ma che comunque mantiene sempre i piedi ben piantati a terra.
(andrea amato)

Scroll Up