L’Onda

Un insegnante di liceo, appassionato del suo lavoro e disposto ad arricchire di stimoli e sperimentazioni le lezioni tradizionali, propone a un gruppo di studenti un piccolo gioco: la simulazione di una società dove l’ordine e le regole siano rigidamente rispettate e si riesca a riprodurre, per capirla, una forma di autocrazia. L’iniziale scetticismo dei partecipanti è sostituito da un entusiasmo che in breve tempo scivola oltre i confini voluti della didattica e delle finalità iniziali. Ognuno si sente investito di un ruolo che travalica le ottime intenzioni del professore, e lui stesso viene trascinato in un gioco “altro” che non sarà più in grado di gestire.