Lezioni di cioccolato

Mattia è un giovane geometra che guadagna assai bene grazie all’utilizzo di materiali scadenti e manovali in nero che non lavorano in condizioni di sicurezza. Un giorno uno di essi, l’egiziano Kamal, cade dal tetto di un casale e si rompe entrambe le braccia. L’uomo propone al suo datore di lavoro di non denunciarlo, a patto che partecipi al suo posto a un corso per pasticceri tenuto alla Perugina e riesca a portare a casa il diploma. Il sogno di Kamal, che in patria era pasticcere, è infatti quello di tornare all’antica professione ma per fare ciò il diploma è assolutamente necessario. Mattia accetta solo perché non ha altra scelta, assume l’identità di Kamal ma frequenta il corso svogliatamente e viene quasi subito smascherato in quanto totalmente incapace di preparare dolci. Le cose cambieranno anche grazie all’incontro con Cecilia, una pasticcera un po’ fuori di testa che accetterà di fargli da tutor.