La faida

Nik è un vivace ragazzo di 17 anni all’ultimo anno di scuola superiore nell’Albania settentrionale. Sta vivendo la sua prima storia d’amore con una ragazza della sua classe e pensa di aprire un Internet Point dopo il diploma. Rudina, sua sorella, è una quindicenne matura e brillante che aspira a frequentare l’università. Dopo una disputa per un terreno locale, il padre Mark viene accusato di omicidio, e la famiglia viene implicata in una terribile e sanguinosa faida. Le leggi del Kanun, un antico codice civile balcanico del quindicesimo secolo, dà alla famiglia del deceduto il diritto di uccidere Nik (o qualunque maschio adulto della famiglia) come compenso. A Nik viene immediatamente vietato di uscire di casa, iniziando così un isolamento che potrebbe durare anni.