Kundun

L’affascinante saga del quattordicesimo Dalai Lama inizia con la scoperta della sua incarnazione nel corpo di un bambino di due anni. Seguiamo il suo viaggio attraverso la sua vita, l’educazione, l’esilio e il confronto con il governo cinese di Mao Tse-tung. Si cerca invano un “taglio” alla Scorsese, ma si tratta soltanto di buona e solida narrazione. Sceneggiato da Melissa Mathison, con la collaborazione dello stesso Dalai Lama. Il cast di attori non professionisti è semplicemente notevole, così come lo è la colonna sonora di Philip Glass. Super 35.