Kristin Lavransdatter

Dramma intenso ma un po’ arrancante, ambientato nel XIV secolo, incentrato sul personaggio del titolo (Matheson) e sul modo in cui le pressioni da parte della famiglia e della società ne ostacolano il desiderio di stare con il suo vero amore, indirizzandola a sposare un altro uomo. Il film verte sul conflitto tra obbligo religioso e “il peccato della passione” ed è ben recitato, ma mai profondo e coinvolgente come nelle intenzioni. La Ullmann ha anche scritto la sceneggiatura, tratta da un romanzo di Sigrid Undset, vincitrice del Nobel. Inizialmente durava 180 minuti.