Illuminata

La vita, l’amore, la lussuria e l’ambizione in una compagnia teatrale nella New York City di fine Ottocento-inizio Novecento (anche se l’atmosfera è spiccatamente europea). Un drammaturgo (Turturro) è innamorato della star nonché manager della compagnia, e desidera che sia lei a interpretare la sua ultima commedia. Ruoli energici, perfino camp, per un bel cast ravvivano questa produzione attraente ma spesso goffa, che ricorda una farsa francese al rallentatore. Turturro è co-sceneggiatore insieme a Brandon Cole, sulla base della commedia teatrale di quest’ultimo.