Il silenzio prima della musica

Nell’agosto 2004, Jason Crigler, uno dei più gettonati chitarristi di New York, è vittima di un’emorragia cerebrale durante un concerto a Manhattan. Quella notte in ospedale i dottori dicono ai famigliari di Jason: “Se supera la notte non resterà molto di lui”. La moglie di Jason, Monica, a quel tempo incinta, resta di ghiaccio: “Tutto si è completamente fermato. Ho dimenticato la gravidanza. Mi è sembrato di abbandonare il mio stesso corpo. Ricordo di aver pensato: “Non può essere vero. Non posso farcela senza Jason”.

I giorni passano e la famiglia di Jason è costretta a fare i conti con la nuova oscura realtà. Ma rifiuta di accettare il futuro nero descritto da medici scettici. Così, a dispetto di una disperazione lancinante e di probabilità infime, i Crigler prendono una decisione: Jason guarirà completamente. E allora comincia il lungo, crudele, improbabile e disorientante viaggio raccontato nel film.