Il quarto uomo

Gerard, scrittore omosessuale, accetta la corte della misteriosa e affascinante Christine per conoscere il giovane amante di questa. L’uomo riesce nel suo scopo, ma scopre intanto che i tre precedenti mariti della donna sono morti in altrettanti tragici incidenti. Un insolito thriller, suggestivo e visionario. Lo stile irriverente ed energico di Paul Verhoeven, più tardi in luce nei suoi lavori americani come Robocop, Atto di forza e Basic Instinct, è già maturo. (andrea tagliacozzo)