I

I Vicerè

Il racconto inizia a metà Ottocento, nel corso degli ultimi anni della dominazione borbonica in Sicilia, alla vigilia della nascita dello stato italiano. Protagonista è la famiglia Uzeda, discendente dei Viceré di Spagna. Attraverso gli occhi di un ragazzino, Consalvo, l’ultimo erede degli Uzeda, si svelano i misteri, gli intrighi, le complesse personalità degli appartenenti alla famiglia, tutti dominati da grandi ossessioni e passioni. In lotta l’uno con l’altro, gli Uzeda si combattono per l’eredità della principessa Teresa e per i desideri contrastanti di ognuno.

Consalvo cresce così in una famiglia in perpetua guerra. E’ confortato nei suoi primi anni dall’amore della madre, condannata a morte prematura, e dall’affetto della sorellina, complice di ogni ventura. Ma si trova in conflitto, sin da bambino, con un padre superstizioso e tirannico, il principe Giacomo, più interessato al patrimonio di famiglia che all’amore per i propri cari, pronto a lasciar morire la moglie e a risposarsi poco dopo con una cugina.

Scroll Up