Ho perso la testa per un cervello

Uno scienziato di grande fama, accortosi che la moglie mira solo al suo denaro, s’innamora del cervello di una ragazza ormai defunta, con il quale riesce a comunicare telepaticamente. Terza collaborazione tra l’attore Steve Martin e il regista Carl Reiner, iniziata nel 1979 con Lo straccione.Trama ai limiti dell’assurdo e toni farseschi per un film ricco di gag, in cui l’irresistibile interpretazione di Martin garantisce la complicità dello spettatore e obbliga alla visione.